mercoledì 13 dicembre 2017

CIOCCOLATINI di ALCHECHENGI – Facili e Veloci


I CIOCCOLATINI di ALCHECHENGI sono un gustoso...gustosissimo pensierino di Natale! Inoltre, sono davvero facili e veloci da preparare!

Possono essere anche un ottimo dessert di fine pasto: fresco, sfizioso e leggero!

L'ALCHECHENGIO è un frutto fantastico dalla forma colorata e bizzarra ed appartiene alla famiglia delle Solanaceae. Ebbene sì è un cugino dei pomodori, peperoni, melanzane e compagnia bella! :-)



In effetti, osservando bene la BACCA dell'alchechengio si nota la somiglianza con il POMODORINO.

Al suo interno la bacca di alchechengio è piena di semini, proprio come un pomodorino. Il sapore è acidulo con un retrogusto dolciastro.

Gli alchechengi sono, dunque, perfetti da abbinare al cioccolato!

Questi frutti sono ricchissimi di vitamina C e sono un forte diuretico!

Quindi cosa state aspettando? Correte dal fruttivendolo di fiducia ed ordinate gli alchechengi! :-)

Per realizzare questi cioccolatini non vi servirà altro che il CIOCCOLATO FONDENTE (mi raccomando DI QUALITA') e gli alchechengi ovviamente! :-)

INGREDIENTI

circa 50 alchechengi 
circa 80 g di cioccolato fondente 



PROCEDIMENTO

Mettere a sciogliere a bagnomaria il cioccolato fondente e, nel frattempo, girate le foglie degli alchechengi all'indietro e le arricciate!



Preparate un vassoio rivestito con la carta da forno.

Prendete il pentolino con il cioccolato fuso ed immergetevi dentro gli alchechengi. Li disponete sul vassoio e lasciateli riposare qualche minuto in frigorifero.



Ecco che i vostri CIOCCOLATINI di ALCHECHENGI sono pronti!



L'idea regalo è davvero gioiosa, oltre che originale e gustosissima! Inoltre, i regali HANDMADE sono sempre i più apprezzati! :-)

Non mi rimane che augurare a tutti tanti buoni CIOCCOLATINI di ALCHECHENGI! :-)


unospicchiodimelone!

lunedì 11 dicembre 2017

FRITTATA di CIPOLLE – con PASTA e ZAFFERANO


La FRITTATA di CIPOLLE con PASTA e ZAFFERANO è davvero una frittata strepitosa!

La frittata di cipolle è veramente un MUST! L'aggiunta della PASTA è un rimedio ANTI SPRECO! Sì, perché non sopporto proprio sprecare il cibo!

Con i bimbi in casa si sa...non tutto va finito! Oppure a volte nemmeno le porzioni per cavalli sono sufficienti! Ahah!

Insomma, ritrovandomi con dell'ottima PASTINA avanzata ho proprio pensato di farci una bella FRITTATA!


Lo ZAFFERANO è una spezia conosciutissima e apprezzatissima! Io davvero lo amo un sacco, poiché riesce ad aromatizzare dolcemente il piatto senza contrastare alcun sapore!

Inoltre, lo ZAFFERANO fa benissimo: ha una forte azione antiossidante e attiva il metabolismo al massimo!

Pertanto, consiglio sempre di acquistare ZAFFERANO di qualità! Ovvero leggete sempre negli ingredienti che non sia mescolato con qualche altra spezia e diffidate dai prodotti LOW COST!

Anche la CIPOLLA è un toccasana e, anche se ci lascia odori non molto gradevoli, non dimentichiamoci di mangiarla ogni tanto! :-)

Come VARIETA' di CIPOLLE sono preferibili le ROSSE: dolci e non troppo pungenti!

Questa FRITTATA è SPAZIALE! Buonissima anche il giorno dopo...se ci arriva! Ahah! Io, vi devo confessare una cosa...ci ho fatto colazione! :-) Così, la mia partenza è stata davvero TOP!

Questa FRITTATA è di facile realizzazione e, se NON AVETE LA PASTA AVANZATA, viene benissimo comunque! Potete eventualmente aggiungere una manciata di pangrattato, ma anche questo non è necessario!

L'abbinamento UOVA, CIPOLLA, ZAFFERANO è davvero strabiliante! :-)

INGREDIENTI

2 uova a persona
mezza cipolla (di media dimensione) a persona
1 cucchiaio di parmigiano a persona
q.b. di olio extra-vergine d'oliva
q.b. di sale grosso
q.b. di pepe nero
q.b. di pistilli di zafferano
q.b. di latte di soia

PROCEDIMENTO

Iniziate a sbucciare e affettare le cipolle. Mettetele in un contenitore e copritele con il latte di soia.

Lasciatele in questo latte per circa mezz'ora affinché il latte assorba la piccantezza della cipolla.

In questo modo non avrete una cipolla invadente, ma piuttosto in sintonia con gli altri ingredienti. E, ai bambini non dispiacerà mangiarla! :-)

Ho scelto un latte vegetale poiché è meno grasso del latte vaccino, ma voi potete utilizzare il latte che più vi piace!

Nel frattempo andiamo ad unire in un contenitore le uova con il parmigiano, il pepe e lo zafferano.


Mescolate energicamente ed unite alla pasta. Mescolate bene in modo da ottenere un composto omogeneo.



Scolate le fette di cipolla dal latte e mettetele in una pentola antiaderente con un filo d'olio e qualche grano di sale grosso.


Lasciate appassire la cipolla per circa 15 minuti finché non sarà leggermente rosolata.

Mentre la cipolla è in cottura accendete il forno ed iniziate a preriscaldarlo a 200/220°C.

Distendete la cipolla cotta sulla teglia da forno e lasciate raffreddare 5 minuti. 

Ora potete aggiungere il composto delle uova alla teglia con le cipolle e livellare bene il tutto.


Infornate e lasciate cuocere per circa 20-30 minuti al massimo! I tempi di cottura variano da forno a forno!

Controllate la cottura aiutandovi con uno stuzzicadente e, se notate che all'interno la frittata non è cotta e sta bruciandosi in superficie, allora consiglio di coprirla con un'altra teglia.


Vedrete che questo è un ottimo metodo per cuocere in modo uniforme la vostra frittata (ma anche le torte) ed evitare bruciature!

Una volta cotta potete farla raffreddare 10 minuti e tagliarla a cubotti!


Buonissima anche gustata a temperatura ambiente!

Non mi rimane che auguravi...BUONA FRITTATA CIPOLLA e ZAFFERANO a TUTTI! :-)

unospicchiodimelone!

venerdì 8 dicembre 2017

CHIPS di SALAME NAPOLI CLAI e ZUCCA – al forno


Le CHIPS di SALAME CLAI e ZUCCA cotte al forno sono un aperitivo finger food davvero sfizioso e allegro.

Nel mese di dicembre tutti stiamo pensando a COSA PORTARE SULLE TAVOLE NATALIZIE. Beh, io ci ho già pensato: non mancheranno sicuramente gli aperitivi con i SALAMI di CLAI SALUMI.

CLAI SALUMI, con i suoi prodotti d'eccellenza, non smette mai di stupirci! Vi lascio, infatti, QUI il link per avere tutte le informazioni su questa azienda. 

Per le CHIPS ho scelto il SALAME NAPOLI: un tipico salame CAMPANO dal gusto deciso e leggermente speziato, perfetto da accompagnare alla ZUCCA, un ortaggio dal sapore dolce e delicato.



Come ZUCCA ho scelto la VIOLINA poiché ha la buccia sottile ed è facile da tagliare, ma potete tranquillamente scegliere la varietà di zucca che preferite!

Il SALAME NAPOLI è davvero speciale e vi invito a cliccare QUI per avere tutte le informazioni. 


Preparare questo aperitivo sarà facilissimo e, soprattutto, velocissimo! Quindi non dovrete perdere troppo tempo in cucina!

In poche e semplici mosse porterete sulla tavola un finger food originale e, per l'appunto, che si stuzzica con le mani! :-)


INGREDIENTI (per 3 o 4 persone)

200-250 grammi di zucca violina
100-120 g di SALAME NAPOLI CLAI

PROCEDIMENTO

Lavate la zucca e grattate bene la buccia con l'aiuto di una spugnetta poiché andrete ad utilizzare anche quella.

Tagliate la zucca di, circa, un diametro di 2 millimetri.


E, sempre di un diametro di 2 millimetri, andrete ad affettare il SALAME NAPOLI CLAI.


Preriscaldate il forno a 180°C e rivestite la teglia da forno con la carta da forno.

Adagiate sopra la teglia le fette di zucca e di salame, alternandole tra loro. In questo modo non avrete bisogno di aggiungere olio alla zucca siccome si ungerà grazie al salame.

Infornate per 10-15 minuti e soprapponete la zucca al salame; ovvero, fate una sorta di piccola torre in modo da evitare bruciature.


Continuate la cottura per altri 10 minuti o comunque finché non vedete la zucca ed il salame CROCCANTI...e non bruciati, mi raccomando! :-)

Una volta cotte, vi consiglio di eliminare il grasso in eccesso aiutandovi con degli strati di carta assorbente.


Ora potete portarle sulla tavola e servirle magari con un buon calice di prosecco. :-)

Suggerite ai vostri ospiti di provare ad assaggiare le CHIPS di SALAME NAPOLI CLAI assieme alle CHIPS di ZUCCA...una favola! :-)

Non mi rimane che augurare a tutti...un BUON FINGER FOOD colorato e sfizioso! :-)


unospicchiodimelone

mercoledì 6 dicembre 2017

PLUMCAKE ALL'ARANCIA con GLASSA al RIBES – SENZA BURRO e SENZA LATTOSIO


Il PLUMCAKE ALL'ARANCIA con GLASSA al RIBES SENZA BURRO e SENZA LATTOSIO è una soffice torta profumata.

In occasione delle festività che si avvicinano ho pensato di “addobbare” questo plumcake a dovere! :-)


L'ARANCIA è un frutto tipicamente invernale ed in Italia ne facciamo un largo uso, soprattutto per il suo favoloso succo.


Infatti, nell'impasto del plumcake utilizzeremo il succo. Utilizzeremo anche la scorza dell'arancia; pertanto, vi invito ad acquistare ARANCE NON TRATTATE!

I benefici dell'arancia sono ormai noti, ma è giusto ri-sottolinearli: ricchissima di vitamine (la C in particolare), ha una forte azione antiossidante e detox (rinforza la nostra pelle ed aiuta a ridurre la ritenzione idrica)

Il RIBES non è propriamente di stagione ma, nel periodo natalizio, possiamo largamente concedercelo, che dite? :-)

Oltre essere un frutto ricchissimo di vitamina C, il RIBES ha un colore meravigliosamente rosso...che fa inevitabilmente pensare al Natale.

Fare COLAZIONE a Natale, sotto l'albero, con una bella tazza di tisana calda e questo plumcake sfornato da poco...beh...farebbe felice qualsiasi bambino e adulto! :-) Garantito!


Prepararlo non sarà per niente difficile ed anche la GLASSA la preparerete in un attimo! Basterà trovare la POLVERE al NATURALE di RIBES ed avere lo ZUCCHERO a VELO!

Ma seguitemi nei vari passaggi, vi spiegherò tutto!

Vi consiglio di acquistare almeno 1 kg di arance, poiché tra quelle per il succo, quelle per la scorza e quelle da caramellare...insomma, ve ne servono! Ahah!

INGREDIENTI per il PLUMCAKE

180 g di FARINA INTEGRALE
70 g di FARINA di ORZO o di GRANO ANTICO
200 g di ZUCCHERO di CANNA INTEGRALE
3 UOVA (a temperatura ambiente)
1 bicchiere di spremuta di ARANCIA (circa un paio di ARANCE)
1 tazzina di caffè di OLIO EXTRAVERGINE D'OLIVA
mezza bustina di LIEVITO PER DOLCI
1 pizzico di sale
q.b. di SCORZA di ARANCIA

INGREDIENTI per la GLASSA al RIBES

100 g di zucchero a velo
80 g di polvere NATURALE di ribes
una qualche goccia di succo di limone
un paio di cucchiai di acqua tiepida


Per GUARNIRE

1 o 2 ARANCE
q.b. di zucchero di canna integrale
qualche rametto di RIBES

PROCEDIMENTO

Preriscaldate il forno a 170°C statico. Questa è sempre una mossa importante poiché favorirete l'efficacia di cottura.

Montate le uova in una ciotola con lo zucchero e quasi tutto l'olio. Prendete le fruste elettriche ed iniziate a mescolare.

Spremete le due arance per ottenere il succo.

Gradatamente e, sempre mescolando, aggiungete al composto la spremuta, le farine setacciate con il pizzico di sale e lievito per dolci. Infine, aggiungete quel pochino d'olio avanzato e la scorza di un'arancia.


Il composto del plumcake risulterà semi liquido ed omogeneo. E' bruno poiché avete utilizzato la farina e lo zucchero integrale.

Aggiungete l'impasto alla tipica teglia da plumcake.


Infornate nel vostro forno bello caldo (siccome è già preriscaldato a 170°C) per circa 55/60 minuti.

E' importantissimo fare sempre la PROVA STECCHINO! Se lo stecchino (o stuzzicadente che sia), dopo averlo affossato nella parte centrale del vostro plumcake, sarà completamente pulito allora sarà pronto!

Lasciate riposare il vostro plumcake per circa una mezz'oretta.

Durante questa attesa potete portare avanti i lavori per la GLASSA e per la DECORAZIONE.

Dunque, iniziate ad affettare le arance che vorrete caramellare. Versate in una pentola antiaderente un po' di zucchero di canna (2 cucchiai possono bastare).


Aggiungete le fette di arancia e coprite con un'altra spolverata di zucchero.


Lasciatele caramellare per circa 20 minuti sul fuoco vivace.

Le vostre fette di arancia risulteranno semi croccanti, dolci e acidule nello stesso tempo...davvero una bontà!


Nel frattempo, il plumcake ha riposato e potete toglierlo dall'involucro di carta da forno e adagiarlo su una rete (oppure un piatto qualsiasi che poi andrete a cambiare).

In una ciotola unite lo zucchero a velo alla polvere di ribes, qualche goccia di limone e aggiungete il primo cucchiaio di acqua tiepida. Mescolate energicamente e aggiungete l'altro cucchiaio d'acqua.


La glassa che sta formandosi dovrà essere omogenea, liquida ma non acquosa e nemmeno compatta. Per cui potete regolarvi aggiungendo zucchero a velo o acqua.

Ora potete versare la GLASSA sopra al plumcake e distribuirla nel modo più omogenea possibile.


Aggiungete le fette di ARANCIA GLASSATA...


...e finite decorando con i rametti di RIBES!


Facile e d'effetto! Ma soprattutto buonissimo e salutare!

Non mi rimane che augurare a tutti un BUON PLUMCAKE NATALIZIO! :-)


unospicchiodimelone

lunedì 4 dicembre 2017

PASSATELLI in BRODO di VERDURE

I PASSATELLI in BRODO di VERDURE sono un piatto semplicissimo da fare, molto ricco e gustosissimo.

Piacciono a tutti...ma tutti veramente...ecco, forse ai vegani no poiché c'è il formaggio, ma sinceramente non conosco un'alternativa vegan valida al parmigiano reggiano.

Questa pasta fatta in casa è alla portata di tutti, anche di chi ha poca praticità! I passatelli sono saporitissimi, per questo li faccio in un buon brodo di verdure...anche questo fatto in casa, ovviamente!

Certo, i passatelli nel brodo di carne...beh...ci siamo già detti tutto! :-)

I passatelli in brodo appartengono alla tradizione romagnola, ma si sono ormai diffusi ovunque e, ovviamente, hanno anche preso altre versioni ma, sono sempre buonissimi!

Per esempio, i passatelli si possono fare anche asciutti, ottimi con il pesce e, in questo caso, bisognerà abbondare di più di pangrattato piuttosto che di parmigiano.

Vi parlo di questo piatto non solo perché piace tanto ai bimbi e perché è perfetto per i pranzi domenicali belli freddi, ma perché a Natale o Santo Stefano o per l'Epifania non può mancare! :-)

INGREDIENTI

uova
pangrattato
parmigiano reggiano
q.b. di noce moscata
q.b. di brodo di verdure (o di carne) Consiglio sempre abbondante brodo!

Si calcola 1 uovo a testa e, per ogni uovo, 40 g di pangrattato e 40 g di parmigiano reggiano.

La noce moscata la aggiungete a piacimento.



PROCEDIMENTO

Gli ingredienti sono pochi ed essenziali, per cui capite bene quanto sia facile fare i passatelli.

Mentre mettete a bollire il brodo (se non è salato lo salate) aggiungete in un contenitore le uova e le sbattete con la forchetta assieme alla noce moscata grattugiata.



Io non aggiungo il sale poiché è già presente nel pane e nel formaggio (sentirete, infatti, che i passatelli sono molto saporiti).

Ora aggiungete il pangrattato e il parmigiano continuando a mescolare...direi...rigorosamente con le mani!

Lavorate bene l'impasto che sarà bello solido e formate una pallona.



Ora vi armate di SCHIACCIA PATATE però quello a gradazione più spessa.

Dividete la pallona in più parti e sistemate i pezzi dell'impasto, uno alla volta, all'interno dello schiaccia patate.


La lunghezza dei passatelli li decidete voi, comunque non troppo corti e non troppo lunghi.

Con l'aiuto di un coltello li tagliate alla base dello schiaccia patate facendo attenzione a non romperli e li adagiate su un vassoio rivestito da un panno asciutto.


In alternativa, potete anche fare i passatelli direttamente sul pentolone del brodo, così cadranno già dentro. Vedete voi...per le prime volte magari aiutatevi col vassoio!

I tempi di cottura sono ridottissimi, basteranno 5 minuti e, comunque, appena galleggiano i vostri passatelli sono pronti!

L'importante è che, quando mettete i passatelli dentro il brodo, il brodo sia ben caldo!

Benissimo! Ora non vi rimane che servire e papparvene almeno 2 piatti! :-)



Per questo che...io calcolo sempre 2 uova a testa...ahah!



Buon MESE di DICEMBRE A TUTTI! :-)

unospicchiodimelone