lunedì 25 settembre 2017

SALSA veloce ALLE PERE

La SALSA veloce alle PERE è davvero una SALSA VELOCE! Ahah! Nel senso che non è una MARMELLATA anche se ci assomiglia molto, sia per la consistenza che per il sapore.

Diciamo, però, che non si presta ad essere conservata e NON CONTIENE ASSOLUTAMENTE ZUCCHERI, PECTINA ARTIFICIALE...NULLA!

Prepararla...oltre che veloce...è facilissimo; dunque, può tornarvi utile per guarnire un dolce dell'ultimo minuto o per accompagnare formaggi ad un aperitivo in compagnia.

Io, con questa SALSA veloce ALLE PERE ho farcito una CHEESECAKE di cui ve ne parlerò moooolto presto: DOMANI! :-)


Ci tenevo, intanto a descrivervi questa MARMELLATA FAST ALLE PERE

La PERA è un frutto che amo tantissimo...non come il melone, chiaro! Ahah!

Esistono NUMEROSE VARIETA' di pere ed una illustratrice, mia amica, le ha volute rappresentare in questo bellissimo disegno. 

P.s. Cliccando QUI trovate il LINK del profilo instagram dell'illustratrice Giorgia Zucchi


Queste sono le varietà principali, quelle più conosciute, quelle che troviamo quasi sempre sui banche dell'ortofrutta.

Ma esistono anche altre varietà...alcune molto antiche ANTICHE come LA PERA VOLPINA...ve la ricordate? :-)

Per questa ricetta ho scelto le PERE ABATE: dolci e succose. Infatti ho utilizzato pochissimo SUCCO di LIMONE e....ZERO ZUCCHERO!

Gli INGREDIENTI ormai li avete capiti e sono:

polpa di PERE ABATE
q.b. di acqua
q.b. di succo di limone

Darvi le quantità è difficile, poiché tutto dipende dal grado di maturazione e di succosità delle pere. ANDATE, dunque, AD OCCHIO!

Consiglio sempre di AGGIUNGERE GRADATAMENTE sia l'acqua che il succo...per un semplice motivo: AD AGGIUNGERE SI FA SEMPRE IN TEMPO, A TOGLIERE NO!

PROCEDIMENTO

Lavate e sbucciate le pere, privatela del torsolo e tagliatela a dadini. Per farcire una cheesecake ho utilizzato 5 pere di media misura.

Mettete la polpa di pera in una pentola antiaderente e aggiungete (per 5 pere) il succo di mezzo limone e un goccino d'acqua.



Fate cuocere sul fuoco vivace e mescolate; così, tenete monitorata la situazione: se vedete che si asciuga troppo in fretta aggiungete un pochino d'acqua.


Se vedete, invece, che dopo circa mezzora la salsa è ancora troppo acquosa allora vi consiglio di aggiungere la BUCCIA di una MELA NON TRATTATA oppure una MEZZA BANANA...entrambe sono ricchissime di PECTINA NATURALE e vi aiuteranno a rendere la salsa più consistente!


Quindi, in un 45 minuti MASSIMO dei MASSIMI avete la salsa! La consistenza sarà solida, ma non gelatinosa!

Lasciatela raffreddare e servite come più vi pare e piace...anche su una fetta di pane! :-)


Buona SALSA veloce alle PERE a tutti!

unospicchiodimelone!

sabato 23 settembre 2017

TORTA di MELE e MANGO – Morbida, profumata e SENZA BURRO

Questa TORTA di MELE e MANGO nasce dal caso…dal caso di avere in casa delle profumatissime mele ed un mango maturo!

Se vi parlo di questa TORTA è perché è davvero uno spettacolo!

Chiaramente è un po’ particolare: il MANGO è un FRUTTO ESOTICO, anche se COLTIVATO in ITALIA, per cui ha un sapore (ed una consistenza) totalmente diverso dalla frutta che siamo abituati a mangiare!

Le MELE, già a settembre, iniziano ad inondare le nostre case: dolci e versatili in cucina…chi non le ha mai messe in una torta? Sono fantastiche! 

In coppia col il mango sono favolose; questo frutto le arricchisce di una nota davvero curiosa…da provare!

INGREDIENTI

4-5 mele (per questa torta ho utilizzato delle MELE GALA)


1 mango maturo
65 g di farina di farro
60 g di farina Manitoba
220 g di zucchero di canna integrale
50 g di fecola di patate
1 bustina di lievito per dolci
1 vasetto di yogurt bianco
1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva
3 uova

PROCEDIMENTO

Prendete una teglia da forno abbastanza grande (è meglio far risultare un impasto piatto, così la torta si cuocerà meglio) e rivestitela con la carta forno.

Sbucciate il mango e tagliatelo a pezzetti. Vi consiglio di fare questa mossa direttamente sopra la teglia poiché il mango è molto succoso e, a noi, questo succo interessa!

Lavate e tagliate a tocchetti (abbastanza grossi) le mele.
N.B. Le mie mele erano bio, quindi non le ho sbucciate!

Aggiungete i tocchetti di mela nella teglia, assieme ai tocchetti di mango.



Mescolate e cospargete sopra 20 g di zucchero, così si formerà (in cottura) un caramello meraviglioso!

Ora prendete una ciotola e separate gli albumi dai tuorli e gli albumi li monterete a neve con la frusta elettrica.

In un altro contenitore, lavorate sempre con la frusta elettrica, i tuorli con il restante zucchero e aggiungete gli albumi montati a neve, le farine (setacciate), la fecola di patate (setacciata), il lievito, lo yogurt ed infine il cucchiaio d’olio.

Il composto risulterà omogeneo, liscio e morbido. Siccome avete utilizzato lo ZUCCHERO di CANNA INTEGRALE l'impasto sarà di colore scuro.



Versare il tutto nella teglia e disporre in forno pre-riscaldato a 220°C.



I tempi di cottura variano da forno a forno, nel mio forno si cuoce così: 30 minuti a 220°C e poi lascio riposare la torta dentro il forno spento!

Comunque consiglio sempre la prova stecchino e, la prima prova, fatela circa dopo 25/30 minuti, mi raccomando!

Una volta cotta, capovolgete la torta di mele e mango su un bel piatto, così mostrerete la parte più FRUTTOSA! :-)

P.s. Le FIBRE che vedete in foto appartengono al MANGO, ma non sono coriacee; riuscirete a mangiarle tranquillamente! :-)


Buona TORTA di MELE e MANGO a tutti! :-)
unospicchiodimelone!

martedì 19 settembre 2017

ZUCCA RIPIENA con FORMAGGIO e SALSICCIA CASARECCIA CLAI SALUMI


La ZUCCA RIPIENA con FORMAGGIO e SALSICCIA CASARECCIA CLAI è a dir poco squisita!

Se amate questo ORTAGGIO autunno/invernale e la SALSICCIA...non potete non unire questi due meravigliosi ingredienti in una favolosa ricetta!

Proprio ieri ho parlato nel blog della ZUCCA, di come sceglierla e dei suoi utilizzi!Vi lascio QUI il link.

Questa RICETTA è SEMPLICE, ma di grande effetto! Quando la porterete sulla tavola vi ringrazieranno un sacco tutti, poiché la ZUCCA RIPIENA scalda i cuori! :-)

Ho scelto di farcire la ZUCCA con un prodotto davvero squisito! Sto parlando della SALSICCIA CASARECCIA CLAI SALUMI: una SALSICCIA FINE che appartiene alla tradizione ROMAGNOLA dal gusto dolce...perfetta,dunque, da abbinare alla zucca!


Inoltre, questa SALSICCIA rimane tenera e si scioglie al palato! Una prelibatezza assoluta!

La ZUCCA RIPIENA può essere un contorno, ma anche un antipasto o un secondo piatto! Ed è perfetta da portare sulla tavola della domenica o per stupire un ospite speciale che avete invitato a cena!

Come zucca ho scelto la ZUCCA DELICA: buccia verde, polpa arancio e sapore quasi di castagna. E' la zucca tipica MANTOVANA!

La zona del mantovano è una zona vocata per la coltivazione del MELONE, ma anche della sua CUGINA ZUCCA! :-)

Comunque, se non trovate la ZUCCA DELICA potete scegliere anche un altro tipo di zucca! Questa ricetta viene benissimo lo stesso!

L'importante è che, quando scegliete la zucca, la scegliete PRONTA da CUOCERE: ovvero deve avere il picciolo secco ed avere un peso specifico alto! Deve pesare, insomma! La zucca leggera non sarà mai buona!


Come formaggio ho scelto il PARMIGIANO REGGIANO, ma anche qui potete variare come più vi pare: pecorino, grana, mozzarella...o addirittura fare dei mix!

Invece, come salsiccia...non si scampa! SALSICCIA CASARECCIA CLAI TUTTA LA VITA! :-)
Vi lascio QUI il link di riferimento per trovare tutte le info sulla SALSICCIA! 

INGREDIENTI

1 zucca (possibilmente delica)
q.b. di formaggio (parmigiano reggiano o altro o mix)

Le dosi le scegliete voi a vostro gradimento (più formaggio o più salsiccia, ecc.) ma soprattutto dipendono dalla grandezza della zucca!

PROCEDIMENTO

Con l'aiuto di una spugnetta lavate la zucca; la tagliate a metà (nel senso della pancia) e, con l'aiuto di un cucchiaio, la private dei semi!


Prendete una teglia da forno, la rivestite con la carta da forno e ci appoggiate sopra la metà della zucca che NON ha il picciolo, quindi quella corrispondente alla parte sotto.

Preparate il formaggio (grattugiato o a scaglie o a cubetti) e tagliate a tocchetti la SALSICCIA CASARECCIA CLAI SALUMI.

Vi lascio QUI il link in cui potete scoprire quali sono i PUNTI CLAI più vicini a voi.

Quindi, andate ora a farcire la vostra META' di zucca con il formaggio e la salsiccia. 



Coprite con l'altra metà ed INFORNATE a 200-220°C


Mi raccomando il forno dev'essere ben caldo! Il TEMPO DI COTTURA sarà diverso a seconda del tipo e della grandezza della zucca.



Solitamente un'ora minimo ci vuole! Io consiglio sempre di fare la PROVA CON LA FORCHETTA...un po' come si fa con le patate lesse!



Se, inforcando la zucca, la forchetta affonda allora la vostra zucca è pronta per essere servita...e,altro consiglio, gustatela CALDA! :-)


Non mi rimane che augurare a tutti...una buona ZUCCA FARCITA a tutti! :-)

unospicchiodimelone

lunedì 18 settembre 2017

ZUCCA – Come sceglierla e utilizzarla in cucina


La ZUCCA è un ortaggio molto apprezzato in cucina, soprattutto appena le temperature si abbassano!

La ZUCCA si raccoglie in piena estate ma riesce a mantenersi a lungo nelle nostre case per essere gustata al meglio durante i mesi autunno/invernali.

La ZUCCA non è di certo un ortaggio che va mangiato appena colto...anzi, va stoccato e lasciato riposare. Questo perché ha bisogno di assorbire tutta l'acqua e rilasciare per bene gli zuccheri ed i sali minerali di cui è ricca.

La ZUCCA, infatti, è un ortaggio saporito, dolce, ma con un bassissimo apporto calorico; pertanto viene molto consigliata nelle diete MA...! MA fate sempre attenzione! Non bisogna mai esagerare con niente! Neanche con il sano! :-)

La ZUCCA è ricca, come le carote e altri frutti ARANCIO, di BETA CAROTENE, il precursore della VITAMINA A. Una VITAMINA preziosissima per i nostri occhi e pelle, ma se ne facciamo un abuso CI RITROVIAMO ARANCIONI ANCHE NOI!

Sì perché questa vitamina si va ad infilzare per benino nella nostra pelle e CI RIMANE! Debellarla sarà difficile! Quindi...torna il discorso che ho scritto in qualche riga fa: MAI ESAGERARE CON NIENTE!

Detto questo, però, torniamo alla amata ZUCCA. Quante VARIETA' conoscete??? Perché ne esistono davvero tante! Dalle ornamentali alla famosa ZUCCA ARANCIO DI HALLOWEEN. Dalle tradizionali alle MAXI tipo CARROZZA di CENERENTOLA! Ahah!

Spesso vengono suddivise per regione: la FERRARESE (tipica la VIOLINA buccia rancio a forma di violino), la MANTOVANA (tipica la DELICA buccia verde dalla forma schiacciata), la PIACENTINA (tipica quella con la buccia verde-argento), la NAPOLETANA (simile alla violina, ma più cicciotta alla base), la VENETA (tipica la Marina di Chioggia, quella tutta BRUFOLOSA diciamo)! :-)

ZUCCA PIACENTINA
Però, ciò non esclude che a Ferrara venga coltivata la mantovana e che a Piacenza venga coltivata la veneta...per intenderci! :-)

Queste varietà sono diverse tra loro per aspetto e sapore, ma sono davvero TUTTE BELLISSIME! E tutte BUONISSIME!!! Però vi devo confessare una cosa...il mio cuore batte per la DELICA: la sua polpa rimane soda ed il profumo che emana durante la cottura è quello della CASTAGNA!!! Peccato, come vi ho già detto, non si conservi a lungo, quindi la troviamo solo per un “breve” periodo.


Però, quello che ci tengo a dirvi è un PICCOLO TRUCCO per SCEGLIERE SEMPRE una ZUCCA BUONA...qualsiasi sia la varietà!

Infatti, è importante che ZUCCA abbia il PICCIOLO SECCO (e NON VERDE) e che sia pesante!

Se pesa ed ha il PICCIOLO VERDE non significa che NON SIA BUONA, ma piuttosto che è ancora piena d'acqua e necessita di un ulteriore periodo di stoccaggio.

Invece, se ha il picciolo secco ed è leggera...significa che tanto buona non è! D'altronde il detto della ZUCCA VUOTA avrà pure un nesso, no??? :-)

In cucina la potete utilizzare in mille modi! Io, normalmente, la preparo AL FORNO. Poi, se non la mangio così com'è, utilizzo la sua PUREA come base per numerose ricette.

Al FORNO mi piace farla anche RIPIENA...RICORDATE? :-) Vi lascio QUI il link che vi riporta alla RICETTA! Oppure QUI trovate la ricetta di una VARIANTE al RIPIENO MOOOLTO INTERESSANTE! :-)


La zucca, una volta cotta, si conserva anche mooolto bene surgelata!

Questo fantastico ortaggio arancio è ottimo nel MINESTRONE, nei RISOTTI, nella PASTA...beh...nei TORTELLONI direi che sia proprio il TOP!

La zucca è buonissima anche nelle LASAGNE, nelle CREPES salate, nelle VELLUTATE...magari accompagnata da un buona CIPOLLA. (Vi lascio QUI il link della RICETTA).


Perfetta anche per fare gli GNOCCHI...anche 100% zucca! Oppure cotta al forno a TOCCHETTI assieme alle patate! (Vi lascio QUI il link della RICETTA).


STREPITOSA anche GRIGLIATA, sulla PIZZA, nelle POLPETTE...


...o nella realizzazione di MOSTARDE o  TORTE SALATE!


Buonissima anche nella GIARDINIERA (Ricordate? Vi lascio QUI il LINK della RICETTA)!

E, perché no...è buonissima anche nei DOLCI! Mai provato una SOFFICE CIAMBELLA DI ZUCCA? E' davvero fantastica!


Sono certa che tanti di voi mi daranno altri suggerimenti, altri utilizzi...e cosa c'è di più bello se non la CONDIVISIONE? :-)

Ci “vediamo” presto, allora con tante ricette squisite! :-)

Non mi rimane che augurarvi...una BUONA ZUCCA a TUTTI! Non vuota eh? :-)

unospicchiodimelone!

lunedì 11 settembre 2017

TORTA SALATA con SALAME BELLAFESTA LIGHT CLAI, STRACCHINO e ZUCCHINE


La TORTA SALATA con SALAME BELLAFESTA LIGHT CLAI, STRACCHINO e ZUCCHINE è gustosa e veloce da preparare! 

Gli ingredienti sono semplici e genuini, ma anche ricchi di sapore!

Infatti, questa torta salata è l'ideale se dovete accontentare adulti e meno adulti...come spesso accade nella mia casa!

Ogni volta cerco di creare piatti adatti a tutti, anche ai bambini.

Sicuramente non è difficile convincere i bambini a mangiare insaccati, ma...a mangiare le verdure sì! Per cui, un ottimo modo può essere quello di unirli!

In questa torta salata, infatti, ho scelto di farlo; ho scelto di unire pochi ingredienti ma BUONI! E per BUONI intendo di qualità!


L'INGREDIENTE PRINCIPALE è il SALAME BELLAFESTA LIGHT di CLAI SALUMI, un SALAME MAGRO realizzato con carni scelte, pregiate.

CLAI SALUMI è un'azienda agroalimentare integrata che crede nei valori del territorio e nella qualità certificata ed è sempre orientata al CONSUMATORE.

Io amo portare la QUALITA' in tavola e, per me, questo termine non significa solo mangiare qualcosa di appetitoso, ma significa anche mangiare un prodotto SANO.

Ed unire il SANO con il GUSTO è sempre un connubio che funziona! :-) Garantito!

Vi lascio QUI il link del prodotto PRINCIPE della ricetta: il SALAME BELLAFESTA LIGHT e QUI il link della cooperativa CLAI, così potete trovare tutte le informazioni che volete!

Questa TORTA SALATA sarebbe ottima anche solamente con il SALAME BELLAFESTA LIGHT, ma ho voluto aggiungerci lo STRACCHINO, un formaggio magro e spalmabile che renderà l'impasto più morbido e le ZUCCHINE, ortaggio dal gusto dolce, non invadente.

Le ZUCCHINE, inoltre, si prestano molto bene ad essere tagliate sottili ed esser cotte direttamente al forno all'interno della torta, evitando, così, il passaggio della PRE COTTURA.

Infine, ho scelto di fare questa torta salata a GIRASOLE...così, per rendere più divertente il momento della cena! :-)


INGREDIENTI

2 rotoli di pasta sfoglia integrale (di forma tonda se fate anche voi il GIRASOLE)
1 stracchino da 50 g
2 zucchine
circa 8/10 fette di SALAME BELLAFESTA LIGHT CLAI

PROCEDIMENTO

Affettate le zucchine (se ce l'avete, con l'affettatrice). Stendete il primo rotolo di pasta sfoglia e spalmate in modo omogeneo lo stracchino.


Aggiungete le zucchine...


...ed il salame (QUI potete trovare il link che vi indica quali sono i PUNTI CLAI più vicini a voi e poter acquistare i loro prodotti).


Chiudete con l'altro rotolo di pasta sfoglia e, se volete fare il girasole, seguite questo schema:


E' molto semplice! Basterà poggiare al centro una tazza; dividete simmetricamente prima in 4 parti, poi in 8, poi in 16.

Ora potete girare gli SPICCHI ed il gioco è fatto!

Infornate (forno preriscaldato BEN CALDO, mi raccomando) a 200-220°C per circa 20/25 minuti, o per lo meno finché non vedete la classica doratura da cottura perfetta! :-)

E consiglio sempre la solita MOSSA per EVITARE LE BRUCIATURE: se vedete che si sta cuocendo troppo sopra e non sotto, allora coprite la torta con una teglia!

Ora non mi rimane che augurarvi...BUONO SPICCHIO a tutti...con il SALAME BELLAFESTA CLAI!


unospicchiodimelone!

sabato 2 settembre 2017

GIARDINIERA di VERDURE – Veloce e con Poco Aceto

La GIARDINIERA di VERDURE...o meglio...QUESTA giardiniera di verdure è veloce da preparare e contiene pochissimo aceto.

Infatti, non consiglio di conservarla per un lungo periodo, ma piuttosto di FARLA e MANGIARLA! Ahah!

In realtà, mantenuta in frigo per qualche giorno non creerà nessun problema, anzi...diventerà ancora più buona!

Ve la consiglio come accompagnamento alle carni, per esempio ai BOLLITI, che tra poco faremo (visto l'arrivo dell'autunno). Ma questa GIARDINIERA, è buonissima anche palmata sopra qualche fetta di pane...così...semplicemente! :-)

Questa ricetta era una MUST della mia mitica Nonna, la NONNA LILIA.
Lilia aveva una gran fama dietro ai fornelli ed era apprezzata da tutti i parenti: infatti, quando cucinava Lilia tutti erano contenti!

Mia nonna adorava, inoltre, coltivare l'orto e, quando il suo orto arrivava a fine stagione si ritrovava sempre con 2 carotine (magari storte) 2 zucchine (magari una grande e una piccola) 2 pomodori (magari verdi) e così via!



E allora, la mitica NONNA LILIA “sfornava” la sua GIARDINIERA...semplice e veloce, dal gusto travolgente e inconfondibile! Grazie NONNA!

INGREDIENTI

1 kg (circa) di verdure pulite (dalla FINE del mio ORTO ESTIVO sono arrivati: cipolla rossa tropea, cipollotti, friggitelli, peperone rosso, peperone giallo, carote ed una manciata di erba cipollina…ma potete farlo anche con le melanzane, i pomodori verdi, le zucchine, la zucca…mmm che bontà la zucca! Insomma, davvero scegliete le verdure che volete!)
2 litri di acqua
1 manciata abbondante di sale grosso
mezzo bicchiere di aceto di mele
1 cucchiaio di aceto di vino

q.b. di olio extra vergine d’oliva

Con questa proporzione la GIARDINIERA, come vi dicevo, non sarà troppo ACETOSA, ma sarà delicata, agrodolce…davvero squisita; però, per il suo basso contenuto di aceto, è inadatta ad essere conservata fuori frigo a lungo mentre, appunto, in frigo e ben coperta con olio si conserva benissimo!

PROCEDIMENTO



Lavate e tagliate le verdure; nel frattempo, però, portate ad ebollizione l’acqua con il sale e l’aceto.

Appena l’acqua BOLLE potete aggiungere GRADUALMENTE** le verdure e CONTATE 3 MINUTI!

Con l’aiuto di una SCHIUMAROLA prelevate le verdure, fate scolare qualche secondo il liquido in eccesso, ed iniziate a comporre gli strati all’interno di un contenitore di vetro.



** GRADUALMENTE ovvero aggiungete le verdure un poco alla volta, in modo da favorire una cottura omogenea.

Una volte sistemate tutte le vostre belle, buone e colorate verdure nel contenitore di vetro, potete ricoprire con olio extra vergine d'oliva!



Questa GIARDINIERA colpirà tutti, grandi e piccini...e non garantisco io sta volta, ma mia NONNA LILIA!

Buon FINE ORTO ESTIVO e INIZIO AUTUNNO a tutti!

unospicchiodimelone!

mercoledì 23 agosto 2017

FRITTATA con FRIGGITELLI, DATTERI e CAROTE


La FRITTATA con FRIGGITELLI, DATTERI e CAROTE è davvero una delizia! E' facilissima da preparare e si presta molto bene per essere gustata anche il giorno dopo.

Questa FRITTATINA, dolce e amara allo stesso tempo, è perfetta per un aperitivo, finger food, antipasto, ecc ecc. E' davvero sfiziosa e piace molto anche ai bambini!

I FRIGGITELLI sono dei cugini dei peperoni, ve ne avevo già parlato, ricordate? Vi lascio QUI il link della ricetta dei FRIGGITELLI RIPIENI (ottimi anche in questa versione)!



Il sapore leggermente amarognolo di questi cugini dei peperoni verrà tamponato dal sapore dolce delle CAROTE e zuccherino dei DATTERI.



I DATTERI, come ben sapete, sono molto dolci; pertanto, consiglio sempre di non usarne troppi...ne bastano davvero pochi per lasciare quel giusto “corpo” a questo piatto!

INGREDIENTI (per circa 6 perone)

12 uova
6 o 7 friggitelli
3 o 4 carote
2 o 3 datteri
q.b. di olio extravergine d'oliva
q.b. di sale grosso

PROCEDIMENTO

Iniziate con pulire e lavare e le verdure; quindi, sbucciate le carote e provate del picciolo e dei semi i friggitelli.


Con l'aiuto di una mandolina, tagliate a julienne sia le carote che i friggitelli e li disponete in una pentola grande, antiaderente, con un filo d'olio e una manciatina di sale grosso.

Iniziate a cuocere sul fuoco; coprite con un coperchio in modo da favore una cottura omogenea e evitando le bruciature.

Dopo circa 15 minuti le verdure saranno appassite. Ecco che è arrivato il momento di spegnere il fuoco e lasciare raffreddare.

Intanto, private del seme i datteri e tagliateli a pezzettini fini fini. Preparate la teglia da forno rivestita da carta da forno e accendete il forno (a 200-220°C) in modo da preriscaldarlo bene.

N.B. Scegliete voi la dimensione della teglia che preferite. Io, sta volta, ho voluto farla sottile, per cui ho scelto una teglia larga. Ma, questa FRITTATA, viene benissimo anche alta, per cui potete scegliere un contenitore più spesso...a voi la scelta! :-)

Una volta che si sono raffreddate le verdure saltate in padella, si unisce il tutto con le uova; mescolate bene e livellate nella teglia.



Infornate per circa 15/20 minuti (se, anche voi, la fate sottile, la cottura sarà davvero rapida).

Il colore di questa frittata tenderà al bruno, poiché ci sono i datteri; comunque, appena vedete la doratura significherà che la vostra frittata è pronta!



Ora non vi rimane che sistemarla su un tagliere e tagliarla a pezzetti, è pronta per essere gustata!


Buona FRITTATINA a tutti! :-)

unospicchiodimelone!